Incentivi e agevolazioni 4.0

L’Italia, così come molti Paesi dell’Unione Europea, sta cercando di rimanere al passo coi tempi: le direttrici strategiche di intervento del Piano nazionale sull’Industria 4.0 (varato dal governo Renzi nel settembre 2016 e divenuto legge l’11 dicembre 2016) riguardano principalmente incentivi fiscali per 13 miliardi di euro, distribuiti in sette anni tra il 2018 e il 2024 per la copertura degli investimenti privati sostenuti nel 2017, e un aumento della spesa privata in Ricerca e Sviluppo e innovazione, per un totale di 24 miliardi.
Superammortamento e iperammortamento rappresentano le principali misure di questa legge:
Superammortamento del 140%: ovvero la possibilità di applicare al costo di alcuni beni materiali e immateriali una maggiorazione del 40%, ai fini della deducibilità delle relative quote di ammortamento. Il superammortamento parte dalla data in cui il bene entra in funzione.
Iperammortamento del 250%: ovvero la possibilità di applicare al costo di alcuni beni digitali o ad alto valore tecnologico una maggiorazione del 150%, ai fini della deducibilità delle relative quote di ammortamento. L’iperammortamento parte dalla data in cui il bene viene interconnesso.

incentivi e agevolazioni

Azienda (richiesto)
Nome e Cognome (richiesto)
Email (richiesto)
Telefono (richiesto)
Oggetto
Il tuo messaggio (richiesto)
Do il mio consenso al trattamento dei miei dati secondo l’informativa sulla privacy relativa al Regolamento UE 2016/679 e d.lgs. 101/2018 per la gestione delle finalità associate al modulo compilato. Se questa casella non verrà barrata non ci sarà possibile soddisfare la tua richiesta.* privacy@oneteam.it
SI
Do il mio consenso al trattamento dei miei dati per la ricezione di messaggi marketing e promozionali inerenti a eventi formativi, webcast, promozioni, notizie utili, iniziative marketing e commerciali per email o telefono.
SINO
Do il mio consenso all'invio dei miei dati personali a società terze per la gestione delle finalità associate al modulo compilato.
SINO

I beni materiali devono essere strumenti utilizzati per l’attività d’impresa e, soprattutto, nuovi; quelli immateriali (software, applicazioni, piattaforme) devono invece essere connessi a investimenti in beni materiali per Industria 4.0 per poter essere ammortizzati. In particolare, i software embedded sono iperammortizzabili, mentre quelli stand alone sono superammortizzabili.
Per beni digitali si intendono soluzioni finalizzate a favorire processi di trasformazione tecnologica in chiave 4.0 (strumenti per l’automazione, sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità ambientale, dispositivi per l’interazione uomo-macchina-prodotto).
I beneficiari degli incentivi sono potenzialmente tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, senza limitazioni riguardo a settore economico, forma giuridica o regime contabile adottato.
Le agevolazioni saranno valide dal 1 gennaio 2017 per beni consegnati entro il 30 settembre 2018. Tuttavia, per beneficiarne è necessario che l’ordine sia sottoscritto entro il 31 dicembre 2017 e che sia versato un acconto di almeno il 20% del prezzo del bene.
Per supportare i progetti di sviluppo di aziende interessate ad investire in Industria 4.0, One Team è affiancata dal partner Warrant Group che offre servizi di consulenza e propone soluzioni per la finanza agevolata.